chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

Come aprire un conto corrente bancario

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – GPLI

 Come aprire un conto corrente bancario


Come Cesaria sono sempre più numerose le persone che scelgono di depositare il proprio denaro su un conto corrente bancario, perché rappresenta una soluzione comoda, efficace e in alcuni casi nemmeno troppo dispendiosa.
Ma come si apre effettivamente un conto corrente ? In realtà si tratta di una procedura abbastanza semplice, basta prima di tutto rientrare in alcuni specifici requisiti tra cui:

  • aver raggiunto la maggior età;
  • non essere iscritti nel libro dei protesti;
  • non esser mai stati oggetto di fallimenti.

Prima di procedere alla presentazione dei documenti necessari, però, potrebbe rivelarsi particolarmente conveniente indagare su eventuali convenzioni precedentemente stipulate dalla banca da noi prescelta. Grazie a questo semplice accorgimento infatti si potrebbero ottenere grandi risparmi su tassi di interesse e annesse operazioni.
Dopo aver individuato la presenza di possibili convenzioni, si può passare alla seconda fase, ovvero alla consegna della modulistica. I documenti necessari per procedere all’apertura di un conto corrente sono:


  • il Codice Fiscale;
  • il documento di identità.

Una volta presentati i documenti, si procede alla stipula contrattuale e al deposito della firma, l’apertura del conto avverrà solo in seguito alla sottoscrizione di tutta la documentazione contrattuale. L’apertura del conto, inoltre, prevede la consegna di un numero indispensabile per ogni tipo di operazione che si vuole effettuare, una sorta di numero identificativo.
Ricordiamo che esistono varie tipologie di conto corrente:


  • monointestato: con un unico intestatario addetto alle operazioni economiche;
  • cointestato a firme disgiunte: con due o più intestatari abilitati alle operazioni economiche. Questa tipologia di conto permette a tutti gli intestatari di operare in piena autonomia;
  • cointestato a firme congiunte: con due o più intestatari abilitati alle operazioni. A differenza della tipologia citata precedentemente però, gli intestatari per poter operare necessitano delle firme di tutti i titolari;
  • monointestato con concessione di delega: conto intestato ad un’unica persona ma sul quale può operare una sola persona di fiducia precedentemente designata.

La banca è tenuta a inviare periodicamente al cliente, almeno una volta all'anno, il documento di sintesi contenente le principali condizioni economiche che regolano il contratto (tassi, commissioni, spese, valute, etc.), compreso l'ISC (Indicatore Sintetico di Costo), nonché le principali clausole contrattuali aggiornate. Ciò avviene normalmente in occasione dell'invio obbligatorio dell'estratto conto annuale.
Se il documento di sintesi riporta condizioni che sono nel frattempo variate queste devono essere evidenziate con grafica diversa (per esempio in grassetto).
L'estratto conto è il documento che riepiloga periodicamente lo stato del conto corrente. Vi sono riportati:
- l'elenco dei movimenti;
- il riassunto scalare dei saldi ordinati per valuta, utile per calcolare gli interessi;
- il conteggio delle competenze del periodo, comprendente gli interessi, le spese e le commissioni di massimo scoperto.