chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

Come iscrivere un neonato all`Anagrafe

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – GPLI

 Come iscrivere un neonato all`Anagrafe


Salif ancora si emoziona ripensando al giorno in cui si è recato all'ufficio nascite dell'Anagrafe a iscrivere il piccolo Mansour. La registrazione del bambino presso il comune della loro città è un requisito importante per fare di lui un futuro cittadino italiano. La legge italiana prevede l'obbligo di denunciare la nascita dei neonati per dare loro identità e stato giuridico. L'iscrizione di un neonato all'Anagrafe può essere effettuata entro il termine di tre giorni dalla nascita direttamente presso la struttura sanitaria pubblica o privata dove è avvenuto il parto, oppure entro dieci giorni presso l'ufficio di stato civile del comune dove è avvenuta la nascita o in quello di residenza dei genitori. Se i genitori sono uniti in matrimonio, il figlio è legittimo e la registrazione della nascita può essere richiesta indistintamente dal padre o dalla madre. Se i genitori non sono sposati, il figlio è naturale e per la registrazione della nascita è necessaria la presenza di entrambi i genitori. Oltre a un documento d'identità valido, il genitore che effettua la registrazione deve presentare l'attestazione rilasciata dall'ostetrica o dal medico che ha assistito al parto. Questo documento è indispensabile sia che la nascita sia avvenuta in una struttura sanitaria che in casa. Una volta che l'ufficiale di stato civile del comune ha ricevuto la dichiarazione di nascita, provvede a trascriverla nel registro degli atti di nascita e iscrive il neonato all' anagrafe della popolazione residente. Se i genitori sono residenti in un comune diverso da quello dove è avvenuta la nascita, l'ufficiale di stato civile trascriverà d'ufficio l'atto nel comune di residenza dei genitori ed il neonato verrà iscritto come residente. Se i genitori hanno una residenza diversa l'atto viene inviato nel comune di residenza della madre. La nascita di un neonato da genitori stranieri in un comune italiano non comporta automaticamente il diritto alla cittadinanza italiana, che potrà essere richiesta solo al compimento del diciottesimo anno, se si saranno mantenuti i requisiti necessari.