chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

La sicurezza sul luogo di lavoro – in ufficio

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – GPLI

Get Adobe Flash player


La legge italiana tutela la salute e la sicurezza del lavoratore in qualsiasi luogo. Per questo motivo impone al datore di lavoro di rispettare tutte le regole previste dalla legge.

Alcuni lavori sono meno rischiosi di altri, ma comunque nascondono dei pericoli che, col tempo, possono danneggiare la salute fisica e mentale del lavoratore.

Ad esempio, chi lavora in un ufficio e usa sempre il computer può subire un danno agli occhi, ai muscoli o alle ossa della schiena. Questo tipo di lavoro può anche portare con il tempo problemi di salute legati all'affaticamento fisico o mentale.

Per evitare questi danni, la legge impone alcune regole: ad esempio, lo schermo del computer non deve emettere radiazioni pericolose e la postazione di lavoro deve essere comoda. Inoltre, il lavoratore deve sottoporsi a periodiche visite mediche di controllo, a spese del datore di lavoro.

Se non rispetta queste regole, il datore di lavoro può essere obbligato a pagare una sanzione pecuniaria e nei casi più gravi può essere condannato alla pena detentiva.

La legge, inoltre, tutela il lavoratore che si è ammalato a causa del lavoro svolto o si è infortunato sul luogo di lavoro.

In questi casi, il lavoratore deve, innanzitutto, comunicare l’infortunio o la malattia al datore di lavoro, che, a sua volta, deve denunciare l'accaduto all'INAIL, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro. Il lavoratore viene visitato dai medici dell’Istituto e, se questi accertano che ha subito un danno alla salute a causa del lavoro, ha diritto a un indennizzo cioè a ricevere una somma di denaro.

Durante il periodo di assenza dal lavoro per malattia o infortunio il lavoratore ha comunque diritto a essere retribuito.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale