chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

Livello A1
Unità 15

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – Arte news

Get Adobe Flash player

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH A

IL PADRE APPRENSIVO

PERSONAGGI:

GIUSEPPE padre

KHADIJA madre

Int giorno. Casa. Stanza dei ragazzi

Entra Giuseppe, si guarda intorno, sposta alcuni oggetti buttati in disordine, una chitarra, dei vestiti lasciati in terra, uno zaino aperto con quaderni e penne che escono fuori

GIUSEPPE sospirando

Sempre così! Io urlo, parlo, spiego ma… niente! Sempre in disordine! Questi figli…

Entra Khadija, la madre, e comincia a mettere in ordine

KHADIJA

Beh… sono ragazzi… sono disordinati…e poi... sono impegnati: Lucas sta facendo l’esame di guida e Mirela domani ha le gare di nuoto…

GIUSEPPE

E certo! E noi genitori invece? Non facciamo nulla? Io domani lavoro tutto il giorno e ho anche il turno di notte dopodomani… Khadija! Devono imparare!

KHADIJA

Imparano, imparano… e crescono in fretta!

GIUSEPPE

Ecco, appunto… a proposito… Mirela è sempre al computer… tu sai cosa fa?

KHADIJA

Non so… scrive mail, va su Internet, ha amici e “chatta” con loro…

GIUSEPPE

Mmmm… dobbiamo controllare cosa fa. Khadija… è ancora una bambina!

KHADIJA

Ha 18 anni, l’anno prossimo va all’università, Giuseppe, però hai ragione…

GIUSEPPE

Il computer però è molto utile, ma può essere pericoloso… Oggi dov’è Mirela?

KHADIJA

Sta studiando con Daniela, la sua amica. La settimana prossima hanno un test di inglese…

GIUSEPPE (guardandosi intorno con aria furba)

Che dici? Controlliamo un po’?

KHADIJA

Cosa? Controllare… cosa?

GIUSEPPE

Il computer! Vediamo come usa Internet!

KHADIJA

Ma Giuseppe… non so…

GIUSEPPE

Siamo i suoi genitori! Dobbiamo proteggerla!

KHADIJA

Sì, però… non so…

GIUSEPPE

Allora… Sicuramente c’è una password… quale può essere?

KHADIJA

Giuseppe….

GIUSEPPE

Ecco! “Giuseppe”… la password… il nome del papà!

KHADIJA

Ma…

GIUSEPPE (cominciando a digitare)

Giuseppe… non succede niente… (insiste) GIUSEPPE… forza, computer!!!

KHADIJA

Giuseppe…

GIUSEPPE

Eh no… non è Giuseppe… strano!

KHADIJA

Mirela sta uscendo con un ragazzo… Paul… prova…

GIUSEPPE

Cosa? Paul? Paul chi?

KHADIJA

Prova!

GIUSEPPE

Ma figuriamoci (?) Paul! Paul e non Giuseppe! Impossibile! (digita PAUL) Ecco, Paul… non succede n… strano… si è acceso!

KHADIJA (ironica)

Strano!

GIUSEPPE (sorvolando)

E va bene, va bene… è un caso! Vediamo un po’ la posta elettronica… dunque… mail a Daniela, a Claire, a Julius, suo cugino… a Paul niente… strano!

KHADIJA

Hanno il cellulare e si vedono tutti i giorni a scuola… non scrivono certo mail…

GIUSEPPE

Tutti i giorni? Ah ecco… una mail per me… per me??? Ah, non è inviata… è tra le bozze… dunque…

KHADIJA

Per te?

GIUSEPPE (comincia orgoglioso e poi sempre più stupito) [IL TESTO DELLA LETTERA SI DEVE ANCHE VEDERE PER “PARLARE ITALIANO”]

“Caro papà,

sicuramente stai leggendo questa lettera, so che vuoi controllare il mio pc… benvenuto! Come vedi, non c’è niente di strano nelle mie mail… Stai tranquillo! Vi voglio bene e vi racconto tutto… ah, scusami perché non ti ho parlato di Paul… ma sei così geloso! A proposito… domani cambio password: una password incredibile, bella, originale!! Ciao, Mirela”. Ma… ma… lei sa…

KHADIJA

Nostra figlia è intelligente, caro mio!

GIUSEPPE (inizia mortificato)

Sì, io… però… Paul… (come illuminandosi) la nuova password! Khadija! La nuova password! Domani Mirela mette “GIUSEPPE”!!!!!

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH B

MORE PER L’AMORE

PERSONAGGI:

PAULINE

JULIA

Int giorno. Ufficio di un Centro sportivo

Pauline e Julia stanno lavorando alle loro scrivanie.hanno il computer davanti e sono molto prese. Si sente il digitare dei tasti sulla tastiera

PAULINE sospirando

Oggi è un disastro! Stanno arrivando dieci mail al minuto!

JULIA

Il mese prossimo ci sono le gare internazionali… dobbiamo preparare tutti i documenti…

PAULINE

Eh… sogno le vacanze…

JULIA

Anch’io!

PAULINE

Julia… senti questa mail… è strana! “Gentile direttore,

le ricordo che per ogni gara di corsa sono previsti otto giri…” [IL TESTO SI DEVE ANCHE VEDERE PER “PARLARE ITALIANO”]

JULIA

Otto ghiri? E cosa fanno otto ghiri in una gara di corsa???

PAULINE

Non so… vieni a vedere…

JULIA (si alza e si avvicina alla scrivania di Pauline)

(sbirciando la mail) Ma no, Pauline!! Otto giri… vedi non c’è la ‘H’… hai letto male…

PAULINE (guardandosi gli occhiali)

Infatti oggi non vedo bene… questi occhiali… oh, sto usando gli occhiali di mia madre! Che distratta!

JULIA

(ride)

Succede anche a me… io dimentico sempre le chiavi dentro casa… senti, Pauline, ho qui la pratica di un podista australiano che deve partecipare alla gara GAREGGIARE per conto della nostra società… cosa deve fare per il permesso di soggiorno? Tu sei più esperta….

PAULINE

La nostra società deve fare una proposta di contratto di soggiorno e una richiesta alla Federazione Sportiva. Dobbiamo dare comunicazione anche alla Questura che rilascia il Nulla osta…

JULIA

E poi?

PAULINE

Poi la Federazione accerta i requisiti e li comunica al CONI che fa i suoi controlli ed emette la dichiarazione di assenso. Il tutto va presentato allo Sportello Unico che penserà al resto…

JULIA

Bene! Allora mando una mail al nostro podista così è più tranquillo!

PAULINE

Bene! Io invece devo scrivere una lettera a Francisco, il ragazzo che sto frequentando…

JULIA

Sì… state bene insieme…

PAULINE

Dopodomani andiamo al cinema… voglio confermare…

JULIA

Scrivi una mail?

PAULINE

Sì ma… aspetta… resta qui… aiutami… con questi occhiali vedo poco… così non scrivo sciocchezze!

JULIA

D’accordo!

PAULINE [IL TESTO SI DEVE ANCHE VEDERE PER “PARLARE ITALIANO”]

Allora… “Caro Francisco,

sto lavorando in ufficio e c’è tanto lavoro. Domani faccio gli straordinari ma dopodomani possiamo andare al cinema… Cosa vuoi vedere? C’è un film al cinema Primavera… parla di more. Ci vediamo lì alle otto? A proposito, la settimana prossima c’è una cena da Sandrine e Marc… andiamo insieme? Un caro abbraccio, Pauline” Controlla, Julia….

JULIA

Va tutto bene… a parte…

PAULINE

A parte?

JULIA

Il film… parla… di cosa parla?

PAULINE

Il film? È una bella storia… un film d’amore…

JULIA

Ecco… quindi non parla di ‘more’?? Perché le more sono dei frutti molto buoni ma in un film…

PAULINE (ridendo)

Ah ah… Francisco è goloso… un film che parla di more gli piace sicuramente di più!!!!

JULIA

Viva gli occhiali di tua madre allora! E i film al sapore di frutta!

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH C

LETTERE PER LIN

PERSONAGGI:

MARCIA GIOVANE

ANGEL

ZOU

Int giorno. Corso di informatica

Marcia ha organizzato un corso di informatica di base e sta insegnando a Angel e Zou i primi rudimenti per l’uso del pc. Ci sono scrivanie e pc, anche nella scenografia virtuale se possibile.

MARCIA sospirando

Zou, ma non è possibile! Sto spiegando da un’ora come mandare mail… e ancora non trovi il programma giusto? Quando vuoi imparare? L’anno prossimo?

ZOU

Ah no, Marcia! Devo imparare… mia cugina Akuro mi uccide! Vuole notizie sull’Italia! Il mese prossimo viene qui in vacanza! E poi vuole trovare un lavoro…

MARCIA

Ma no! Se viene con il permesso di soggiorno per turismo può stare in Italia per un massimo di 90 giorni e non può lavorare, Zou!

ZOU

Ah… beh… così torna presto in Cina… meglio! Ma ora devo scrivere questa mail e non sono ancora capace… come faccio??

ANGEL (prendendolo simpaticamente in giro)

Fai prima a telefonare, Zou!

ZOU (serio)

Non è possibile! La cugina Akuro è una chiacchierona!

MARCIA

Allora ricominciamo… ecco… ti apro il programma… vedi? È questo… ora… cosa vuoi scrivere a tua cugina Akuro?

ZOU (detta, Marcia scrive sotto dettatura)

Mmmm…. “cara Akuro, oggi qui in Italia il tempo è bellissimo, c’è il sole. Il mese prossimo, al tuo arrivo, è primavera… qui ci sono parchi bellissimi e, soprattutto, uno splendido mare… quindi nei prossimi giorni compra un bel costume! Io e il mio amico Angel stiamo imparando a usare il computer così possiamo chiacchierare ogni giorno… ma adesso è la mia insegnante che sta scrivendo. Ci sentiamo presto, allora… tanti saluti affettuosi. Tuo Zou”

MARCIA

Ecco qui… allora la invio…

ZOU

Certo!

MARCIA

Ma…. L’indirizzo?

ZOU

Quale indirizzo?

ANGEL

Zou! L’indirizzo di tua cugina!!!

ZOU

Ah sì… allora , No. 16 Xiao Yue Tan Bei Jei ,
Pechino, Pechino 100.837 
CINA….

MARCIA

Cosa?

ANGEL

Zou! E la chiocciola?

ZOU

La chiocciola? Che chiocciola? Vuoi il segno zodiacale di Akuro? Ma nell’oroscopo cinese non c’è la chiocciola! Lei è cavallo... segno forte, determinato…

ANGEL

Zou! La chiocciola è il segno che serve per formare un indirizzo di posta elettronica!

ZOU

Hai ragione… la chiocciola… scusa… la chiocciola…

MARCIA

Zou, posso avere l’indirizzo di posta elettronica di Akuro? Tra poco vado a casa…

ZOU

Ecco, ecco… ce l’ho qui in tasca… akuro@ (visto che c’è la chiocciola??) (ride) pechinolife.it (in cina è cn)…. ecco qua!

MARCIA (scrive)

Ecco qua… finalmente tua cugina riceve una tua mail!

ANGEL

Ma la prossima volta fai dei segnali di fumo, per favore! Facciamo prima!

BENVENUTI IN ITALIA!

SKETCH D

PARLARE CHIARO

PERSONAGGI:

KEVIN

PAVEL

GIUSEPPE

Est giorno. Cantiere per la costruzione di un parco pubblico

KEVIN e Giuseppe stanno lavorando su un’impalcatura. Hanno caschi e guanti, imbracature e tutto quanto serve per lavorare in modo sicuro e regolamentare. È esposta la regolamentare tabella dei lavori. Dopo un po’ arriva Pavel

KEVIN

Sono contento! Lavoriamo sempre al chiuso… invece finalmente stiamo costruendo un parco! qui tra pochi mesi c’è tutto un viale alberato!

GIUSEPPE

Eh sì… io poi abito vicino… voglio portare qui i miei figli a giocare…

KEVIN

E gli dici: guarda il capolavoro di papà!!

GIUSEPPE

Eh sì! (dopo un po’) Ma Pavel dov’è? Non arriva?

KEVIN

È dai vigili urbani. Deve avvisare che dobbiamo spostare il camion grande sulla strada per un’ora. Il camion ferma il traffico e i vigili devono trovare un’altra strada per le macchine! Però Pavel è via da tanto tempo… È sempre in ritardo!

GIUSEPPE

E quando arriva… c’è quel problema…

KEVIN

Eh già… insopportabile…

GIUSEPPE

Già… lui canta… canta… ed è terribilmente stonato…

KEVIN

È vero

GIUSEPPE

Qualcuno deve dirglielo

KEVIN

Vero

GIUSEPPE

Lavorare con quel rumore…basta!

KEVIN

Giusto!

GIUSEPPE

Stasera parlo con Pavel e basta

KEVIN

Bravissimo, Giuseppe!

GIUSEPPE

È stonato…

KEVIN

Eh sì…

GIUSEPPE

Siamo d’accordo…

KEVIN

Sì.

PAVEL (arriva correndo)

Gente! Gente! Eccomi qui!!! Sono con voi!

KEVIN

Bene!

PAVEL

Avanti! Riprendiamo il lavoro… in allegria!

GIUSEPPE

Pavel?!!!

PAVEL si rimette il casco e tutti gli accessori e comincia a cantare, stonando

Più bella cosa non c’è… più bella cosa di te…

KEVIN

Santo cielo!

GIUSEPPE

Sta cantando ancora… è il momento di parlare chiaro…

KEVIN

Giusto! Bravo, Giuseppe!

PAVEL

Unica come sei… grazie di esistere!

GIUSEPPE

Insomma Pavel… io e te adesso parliamo

PAVEL

Parliamo? Di cosa?

KEVIN (facendo segni di tifo nei confronti di Giuseppe)

Bravo, Giuseppe!

PAVEL

Più bella cosa non c’èèèèèèèèè!!!!

GIUSEPPE

Pavel… parliamo seriamente….

PAVEL

Grazie di esistereeeeeeeeeee

KEVIN

Vai, Giuseppe!

PAVEL

E grazie di esistereeeeeeeeeeee

GIUSEPPE

Pavel… voglio dire…

PAVEL

Ma cosa?

GIUSEPPE (cambiando improvvisamente tono, quasi complice)

No è che tu… fai “più bella cosa non c’è…” in basso… invece lo devi fare in alto “più bella cosa non c’è…”, capito? Dai, proviamo….

I due si mettono a cantare, abbracciati, stonando terribilmente mentre KEVIN si tappa le orecchie disperato…

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale