chiudi la finestra
Segui le dirette sul portale di Rai Arte SEGUICI SU FACEBOOK

Livello A1
Unità 14

Alternative Display Source – LivePreviewPage.htm
Aggiornamenti ogni 30 minutes.
Bookmark – Arte news

Get Adobe Flash player

Anche per parlare al telefono la buona educazione è molto importante. La parola magica per rispondere al telefono è una sola ed è sempre la stessa: Pronto?

 

ANGEL: Pronto? Ciao, Marisol!

 

Se chiamiamo una persona al cellulare, è tutto più facile. Dobbiamo solo salutare e presentarci, come fa Giuseppe:

 

GIUSEPPE: Pronto, Kevin? Sono Giuseppe.

 

Se invece chiamiamo il telefono di una casa o di un ufficio, dobbiamo sempre salutare e presentarci; ma poi dobbiamo chiedere se c’è la persona che cerchiamo:

 

PAULINE: Pronto? Buongiorno, sono Pauline. C’è il dottor Gandini?

 

GIUSEPPE: Pronto? Sono Giuseppe. C’è Padma, per favore?

 

I modi per fare questa richiesta sono molti: “C’è Padma, per favore?” oppure: “Vorrei parlare con Padma”, “Posso parlare con Padma, per favore?”

 

C’è Padma, per favore? Avete sentito l’espressione c’è?

Le espressioni c’è e ci sono indicano la presenza di qualcuno o di qualcosa.

 

GIUSEPPE: Qui c’è Rachele: è molto arrabbiata…

 

ANGEL: ........... Allora, c’è un cane di un anno...

 

ANGEL: ..........No, non è possibile, c’è un concerto.

 

ZOU: Dai, ci sono tutti gli amici…

 

PAULINE: .................. ci sono tanti cani abbandonati...

 

C’è indica la presenza di una sola persona o di una sola cosa, ci sono si usa per più persone o per più cose. “C’è Marco” vuol dire: “Marco è qui”, “Marco è presente”. “Ci sono Paolo e Sara” vuol dire: “Paolo e Sara sono qui”, “sono presenti”.

 

GIUSEPPE: ..........Chi avverte Aponivi?

KEVIN: Io. Telefono ad Aponivi e a Sara.

 

KHADIJA: Che cosa vuole sapere?.......... Ah, vuole informazioni sul prezzo dell’elettricità?

 

Le parole chi e che cosa si usano nelle domande. Chi indica una persona, che cosa o cosa o che indica una cosa:

 

ANGEL: ............Cosa dici? Vuoi passare a trovarmi?? NOOO!

 

Dai discorsi dei nostri amici possiamo imparare anche i nomi dei giorni della settimana:

 

ZOU: Khadija. Se spostiamo la festa a lunedì tu puoi venire?

 

ANGEL: .........mercoledì va bene... finisco prima...

 

ZOU: La festa… giovedì va bene?

 

KHADIJA: ................Le informazioni arrivano sicuramente entro venerdì!

 

ZOU: Sabato c’è la festa di mio fratello, ricordi?

 

ZOU: ........In realtà il suo compleanno è domenica

 

Ecco tutti i giorni della settimana: lunedì, martedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e domenica.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Ogni riferimento a fatti e persone è puramente casuale